L'8 marzo delle immigrate: studio e formazione per lavori più qualificati

Il 70% delle donne immigrate in Italia svolge lavori poco qualificati. Da questa osservazione è nata l’idea di celebrare quest’anno un 8 marzo all’insegna della studio e della formazione. Così hanno scelto di farlo i consiglieri aggiunti del Comune di Roma, che per la festa della donna hanno organizzato un convegno per parlare e spronare proprio all'apprendimento o, meglio, ad un “lifelong learning”, una formazione continua per concludere o per recuperare itinerari già iniziati nei Paesi d’origine.

Collaboratrici domestiche, assistenti sanitarie, baby-sitter e cuoche: sono questi i lavori che vedono maggiormente impegnate romene, filippine, polacche, albanesi, peruviane, ucraine che vivono in Italia. La maggior parte di loro, a fronte spesso anche di un titolo di studio superiore o di una laurea, non trova di meglio che impieghi senza qualifica. "Lavori, tra l'altro, sottopagati e precari, che per primi risentono della crisi economica e dei tagli" - spiega Tetyana Kuzyk, Consigliera Assembleare Aggiunta per il Continente Europa e organizzatrice dell'incontro che si è svolto nella sala Gonzaga del Comune di Roma. "Donne con una laurea in ingegneria o medicina non trovano di meglio che lavorare come badanti o colf. E' a loro che ci rivolgiamo – prosegue la Kuzyk - invitandole a continuare a formarsi, magari anche rinnovandosi professionalmente. Abbiamo voluto festeggiare l'8 marzo all'insegna delle donne che prendono in mano la loro vita e il loro futuro, donne che vorremmo veder partecipare a tutti i livelli della vita e della società italiana".

Tirare fuori le proprie ambizioni, dunque, e cercare di realizzarle, questo l'invito, supportato dalle testimonianze, di chi ce l'ha fatta. Tre imprenditrici hanno raccontato il loro percorso: Tina Liamzon, una giovane filippina fondatrice dell'associazione OFSPES, che lavora nel settore della formazione in collaborazione con l’università di Manila; la congolese Rapindo Katirisa, rifugiata politica titolare della ditta “Barazavenir”, impresa di import export per il commercio dell’usato “qualificato e ben curato”; infine la stilista ucraina Natalia Kisman, che ha portato in mezzo alla platea gremita da immigrati provenienti dai quattro continenti i suoi modelli di alta moda: un tocco di bellezza che ha concluso la giornata in allegria!
DI LIVIA PARISI (9 MARZO 2011)

roma logo

CONVEGNO DONNE IMMIGRATE

Lo studio e la formazione come migliore forma di integrazione

8 Marzo2011 ore 15,00 – 19,30

Roma, Sala Gonzaga, Via della Consolazione, 4

 

 

“Imparare è un'esperienza; tutto il resto è solo informazione”

 Albert Einstein

 

 

 

CONVEGNO  DONNE  IMMIGRATE

Lo studio e la formazione come migliore forma di integrazione

8 marzo 2011          Ore15,00-19,30

Sala Gonzaga, Via della Consolazione,4

Ore 15,00 Registrazione

Ore 15,30 Apertura lavori e presentazione

Moderatrice: Keti Bicoku, giornalista di “Stranieri in Italia”

Saluti Istituzionali

ø  Tetyana Kuzyk, Consigliera Assembleare Aggiunta per il Continente Europa, Roma Capitale

ø  Monica Cirinnà, Presidente Commissione Assembleare delle Elette, Roma Capitale

Interventi  Istituzionali

ø  Lavinia Mennuni, Delegata per le Pari Opportunità, Roma Capitale

ø  Gemma Azuni, Vice Presidente Commissione Assembleare delle Elette, Roma Capitale

ø  Gianluigi De Palo,  Assessore alla Famiglia e Scuola, Roma Capitale

ø  Paolo Masini, Vice Presidente Commissione Assembleare Scuola, Roma Capitale

ø  Antonio Gazzellone, Delegato per la Comunicazione Istituzionale, Roma Capitale

ø  Massimiliano Smeriglio, Assessore alle Politiche del Lavoro e Formazione, Provincia di Roma

Contributi

ø  Antonio Prof.  Giovannoni, Presidente Comitato fondatore  Università On Line “e Campus”

ø  Costanza Fanelli, Presidente della Casa Internazionale delle Donne

Testimonianze

ø  Tina Liamzon, Fondatrice OFSPES, settore formazione per la comunità filippina

ø  Nataliya Kisman, Modellista di alta moda,  presenterà alcune delle sue creazioni

ø  Kahindo Katirisa, titolare della Ditta “Barazavenir”, raccolta dell’usato e groupage per l’Africa

ø  Marisol Flores, produttrice del programma “Hola mi gente”, Radio Vaticana

Conclusioni

Mimma Giaccari, Direttore Generale ENAIP

I saluti tra i partecipanti saranno allietati da un buffet      

Scarica guide, opuscoli e manuali

dl-iconIn questa categoria trovi tutte le guide,opuscoli e manuali  riguardanti la vita degli stranieri in Italia.

Ringraziamento speciale a:

AgenziaTuUnicredit

Ringraziamo Agezia Tu Unicredit per supporto dello sviluppo di guida "NOI DELL'EUROPA DELL'EST" che potete scaricare o consultare nella categoria "Continente Europa".

Ringraziamo anche:

logo uiaRingraziamo Ukraine International Airlines per supporto dello sviluppo di guida "GUIDA PER LA COMUNITA' UCRAINA IN ITALIA" che potete scaricare o consultare nella categoria "Continente Europa - Ucraina".
top